Ragnarok Stagione 2: data di uscita confermata, trailer e tutto

Aggiornamenti della stagione 2 di Ragnarok: Il resto dei colossi dovrebbe fare la sua presenza nella seconda stagione di Ragnarok, le cui riprese sono iniziate a settembre. Creata da Adam Price (Ride Upon the Storm), Ragnarok è la seconda serie originale della piattaforma di streaming in lingua norvegese.

A più di un anno dalla messa in onda della sua prima stagione, Ragnarök torna su Netflix con una seconda stagione, da scoprire il 27 maggio su Netflix .Questa serie per adolescenti norvegese è stata creata da Adam Price (Borgen) e mescola mitologia norrena, fantasia e discorso ecologico.

COSA SUCCEDERÀ NELLA Stagione 2 di Ragnarok?

DI COSA SI TRATTA ?

In un villaggio norvegese inquinato e tormentato dallo scioglimento dei ghiacciai, la fine dei tempi sembra molto reale.Ma mentre il futuro dell'umanità può ben poggiare su un adolescente che ha misteriosamente ereditato facoltà sovrumane, il Giorno del Giudiziosarà precipitato dall'emergenza climatica o sarà il risultato di un nuovo scontro tra dei e giganti?



Alla fine della prima stagione di Ragnarok, Magne affrontò Vidar, il capo della famiglia Jutul, e sebbene sembrasse che il Gigante avrebbe vinto, Magne riuscì a invocare il potere di Thor e fece in modo che un fulmine colpisse entrambi. La lotta si è conclusa con Magne privo di sensi e nessuna parola da Vidar.

Data di uscita della stagione 2 di Ragnarok

Pertanto, nella seconda puntata della serie, Netflix Magne dovrà combattere i giganti rimasti. Finora si conosce solo la famiglia Jutul, tuttavia è probabile che appaiano più giganti e potenziali dei.

Allo stesso modo, Laurits ha ripetutamente accennato al fatto che in realtà è Loki, anche se è stato preso come uno scherzo, potrebbe anche diventare il nuovo cattivo della narrativa.

Le riprese della seconda stagione di Ragnarok sono iniziate ufficialmente il 2 settembre.

Vale la pena guardare la serie

Dopo Borgen, considerata una delle migliori fiction politiche mai prodotte, e Nel nome del padre, che ha rivisitato il dramma familiare intrecciando una commovente riflessione su religione e fede, lo sceneggiatore e produttore danese Adam Price riprende il genere dall'adolescenza serie con Ragnarök. Un titolo che si riferisce alla fine del mondo nella mitologia norrena e che significherà necessariamente qualcosa per i fan del franchise di Thor.

Ma se questa è la domanda, nascosta da qualche parte sotto uno strato di problemi adolescenziali e disturbi ambientali, divinità e scontri tra creature ancestrali, fan della Marvel e racconti fantasy brulicanti di scene d'azione ed effetti. Gli speciali potrebbero semplicemente essere delusi da questa nuova serie originale Netflix norvegese. Perché, soprattutto, Ragnarök è un dramma intimo sullo stato del pianeta Terra e sull'urgenza di salvarlo.

Tutto inizia in un modo piuttosto intrigante quando il giovane Magne si stabilisce, con suo fratello Laurits e sua madre Turid, nella cittadina immaginaria di Edda e assiste a improvvisi cambiamenti climatici. Per Magne segue uno stranissimo incontro con un'anziana signora profetica e la manifestazione di superpoteri (legati a Thor?) che non sospettava. Sembra che ci troviamo di fronte a una storia delle origini degna di quella di Spider-Man (gli occhiali dell'adolescente diventano obsoleti essendo un ammiccamento sicuramente presupposto).

Ma lo scopo mitico e fantastico della serie passa rapidamente in secondo piano, rivelando il vero soggetto di Ragnarök: l'emergenza climatica. Agli intrighi liceali di base, spesso visti e rivisti, che scandiscono il percorso iniziatico di Magne, ancora ignaro di avere sulle spalle il peso del mondo, si sovrappone infatti una vera e propria affermazione ambientale che fa della serie di Adam Price una favola ecologica impegnata rivolta alle giovani generazioni.

Data di uscita della stagione 2 di Ragnarok

Uno dei personaggi, Isotta, attivista ambientale che mette in guardia i suoi compagni sui pericoli della plastica e dell'inquinamento dell'acqua, e diffonde la sua preoccupazione su YouTube, fa pensare altrove a una potenziale Greta Thunberg e probabilmente non per niente viene menzionata quest'ultima in una sequenza. Ed è proprio un evento legato a Isotta che precipiterà l'azione della serie in un'indagine condotta da Magne che potrebbe svelare a tutti gli occhi un disastro ambientale su larga scala.

Lenta a mettere in atto e a muovere le pedine della sua trama finalmente non provvista di molti colpi di scena, questa prima stagione in sei episodi di Ragnarök si presenta come una lunga introduzione prima di una stagione 2, anche se certi elementi finiscono per trovare una conclusione piuttosto sufficiente. soddisfacente al termine di un finale che ci sarebbe piaciuto un po' più epico.

Ma grazie a una colonna sonora curata, un'estetica che ricorda The Rain e personaggi accattivanti nel complesso molto ben interpretati (menzione speciale a Jonas Strand Gravli che sorvola il resto del cast nella pelle di un Lorits che avremmo voluto più presente e che ricorda per certi tratti il ​​Loki di Tom Hiddleston), ci lasciamo trasportare senza dispiacere in questa serie adolescenziale che esce dai sentieri battuti adottando un nuovo approccio politico ed ecologico.

In cui un nuovo confronto atteso tra dèi e giganti, nemici ancestrali ancora presenti sulla Terra nella più grande segretezza, funge in definitiva da metafora più o meno fine della lotta condotta dai militanti contro gli industriali che ignorano e, peggio, addirittura partecipano al degrado e l'inquinamento del pianeta. Nonostante una mancanza di azione e una dose troppo sporadica del fantastico, Ragnarök trova il tono giusto per parlare a coloro che oggi sono i più preoccupati e più coinvolti nella lotta ecologica – i giovani – e ci colpisce più che mai di attualità: se la fine del mondo un giorno fa,

TRAILER DELLA STAGIONE 2 DI RAGNAROK

Data di uscita confermata della stagione 2

La seconda stagione di Ragnarok sarà presentata in anteprima il 27 maggio 2021 su Netflix.